Un telescopico Magni TH al servizio dei supereroi

Il campione di motocross di motocross freestyle, Vanni Oddera, un collega e un amico travestito da Spiderman sono saliti sulla piattaforma del carrello elevatore per raggiungere le finestre delle stanze del reparto di Oncologia dell’ospedale Gaslini di Genova, in cui si trovano ricoverati bambini, per regalare loro giochi e gadget

Vanni Oddera, Spiderman, Oncologia, Ospedale Gaslini di Genova, telescopico

Anche i campioni delle due ruote o i supereroi dei fumetti a volte hanno bisogno di un piccolo aiuto per superare una missione. Lo sanno bene nello staff del campione di motocross freestyle Vanni Oddera, che per raggiungere l’obiettivo, in questo caso, si sono avvalsi della ‘collaborazione’ di un telescopico rotativo Magni TH messo a disposizione dal Concessionario Novital.

L’affidabile compagno di lavoro si è rivelato fondamentale per l’obiettivo: raggiungere le finestre delle stanze del reparto di Oncologia dell’ospedale Gaslini di Genova, in cui sono ricoverati i bambini. Dall’inizio della pandemia, infatti, la struttura sanitaria è stata costretta a sospendere le visite di intrattenimento che allietavano le giornate dei più piccoli. Visto che non era possibile raggiungere i ragazzi attraverso la porta principale, il campione di motocross ha pensato di farlo dalla finestra.

Vanni Oddera, accompagnato dal suo collega motociclista Maurizio Gerini e dall’amico Mattia Villardita travestito da Spiderman sono saliti sulla piattaforma del telescopico rotativo Magni TH e hanno raggiunto le finestre, consegnando loro (anzi, al personale dell’ospedale, rispettando tutte le norme previste dai protocolli anti-covid) regali e gadget, come cappellini, magliette e album da disegno. Una giornata di divertimento per i bambini costretti a rimanere nel nosocomio, un giorno di felicità accolto con entusiasmo anche dal personale dell’ospedale.

Vanni Oddera non è nuovo a iniziative di questo genere. Ha inventato la Mototerapia nel 2009 proprio lungo i corridoi dei reparti di Ematologia e Oncologia dell’ospedale pediatrico genovese. Da allora non ha mai smesso di esibirsi per i piccoli malati oncologici. Nel 2012 l’idea di Oddera si è trasformata in una collaborazione con il Gaslini, con il progetto “Freestyle Hospital”, poi esportato in 80 ospedali in Italia e 2 nosocomi a Londra, che ha portato le moto all’interno dei reparti pediatrici-oncologici. Ad aprile dello scorso anno, in piena pandemia, Oddera ha ampliato la sua idea, allargandola alle famiglie con ragazzi disabili, cambiando la formula e trasformandola nella “Mototerapia Take-away” che permette di portare le moto direttamente a casa dei ragazzi speciali. “Grazie ai grandi sportivi per questa giornata che rimarrà nel cuore di tutti i bambini – hanno sottolineato dall’ufficio stampa dell’ospedale Gaslini -, grazie allo staff di Vanni Oddera, e un grazie speciale al Concessionario Novital che ha messo a disposizione il mezzo e alla Direzione Marketing e al Service di Magni TH”.

Torna su