Home » Muletto Sicuro » Sicurezza sul lavoro: quali sono i rischi con il muletto?

Sicurezza sul lavoro: quali sono i rischi con il muletto?

Oggi è la Giornata Mondiale per la Salute e la Sicurezza sul lavoro, parliamo dei rischi più comuni nell’utilizzare un carrello elevatore e come evitarli

sicurezza

Il 28 aprile è dedicato alla Giornata Mondiale per la Salute e la Sicurezza sul lavoro, istituita nel 2003 dall’ Organizzazione internazionale del lavoro e, proprio in occasione di questa ricorrenza, vogliamo affrontare il tema facendo riferimento al mondo dei carrelli elevatori.

Il primo passo per rendere l’ambiente di lavoro un posto sicuro è la formazione e, soprattutto, l’osservanza delle norme apprese: per poter lavorare con coscienza, quindi senza rischi, è fondamentale fidarsi degli insegnamenti e non sottovalutarne l’utilità.

Fatta questa piccola premessa, passiamo ai due rischi più comuni che si possono verificare quando si utilizza un carrello elevatore e quali sono gli accorgimenti per evitarli.

Ribaltamento

Quando non viene calcolato il rapporto tra il peso massimo supportato dal carrello e il carico da trasportare, il rischio che questo possa ribaltarsi sale notevolmente. È bene verificare che il carrello sia conforme alle norme di legge e che quindi sia dotato di tutte le parti necessarie per limitare i danni dati dal ribaltamento, ad esempio: la cabina per il conducente, una struttura che trattenga l’operatore e una per fare da contrappeso in modo impedire, almeno in parte, il ribaltamento del muletto. La prima misura da adottare una volta a bordo è quella di indossare la cintura di sicurezza anche quando si pensa che il tragitto sia troppo breve per scomodarsi a farlo. Al mulettista il dovere di viaggiare ad una velocità ridotta specialmente in ambienti affollati come i magazzini, evitando brusche sterzate specialmente quando il carico è posizionato in alto e assicurarsi che ciò che si sta trasportando sia ben assicurato sulle forche.

Collisioni e urti

Andare involontariamente contro un ostacolo, magari non ben segnalato, è uno degli incidenti più comuni per chi opera nel settore della movimentazione materiali. Questo può essere dato da diversi fattori; un esempio è il fare  manovre sbagliate, non sempre dato dalla poca abilità o esperienza ma anche da fattori esterni: poca visibilità, spazio disponibile ridotto all’interno del magazzino o ostacoli non adeguatamente segnalati. Purtroppo succede anche che il carrello venga utilizzato nella maniera sbagliata con uno scopo diverso per cui è stato concepito, ad esempio trasportando lavoratori sulle forche: non solo può portare allo sfilamento di una forca ma anche alla caduta dell’operatore, incidenti che possono rivelarsi anche mortali, come possiamo leggere dalle informazioni che vengono riportate quasi ogni giorno sui quotidiani.

Quanto è importante la manutenzione per la sicurezza?

Abbiamo parlato di come la negligenza dei singoli possa portare a compiere errori gravissimi con conseguenze disastrose, ma non dimentichiamo che altrettanto spesso gli incidenti accadono a causa di una scarsa manutenzione delle attrezzature. Il ruolo di chi guida l’azienda non solo riguarda la formazione dei dipendenti, ma anche una costante manutenzione dei mezzi: questa deve avvenire nei tempi e modi previsti dalle norme, in modo tale da salvaguardare non solo il personale ma anche il processo produttivo dell’impresa.

google-site-verification: google3d2f88f49ad6a382.html