Rail Cargo si affida alle soluzioni di Brigade Elettronica

Una collaborazione all’insegna della sicurezza e che mette al primo posto la tutela dei lavoratori: Backeye®360 è lo strumento giusto per raggiungere l’obiettivo del ramo italiano della divisione merci Ferrovie Austriache

brigade collaborazione

Proiettarsi in avanti, pensare al futuro e lavorare per garantire la sicurezza di tutti i dipendenti, nonostante il 2020 non sia stato dei più propizi: è un’impresa complessa in cui tante aziende si sono cimentate con successo, tra queste Rail Cargo, il ramo italiano della divisione merci Ferrovie Austriache del Gruppo ÖBB, che si è affidata alla tecnologia di Brigade Elettronica per l’installazione di dispositivi di sicurezza nel terminal di Desio, in provincia di Monza e Brianza. Proprio quello sulla linea ferroviaria Milano-Chiasso è uno degli snodi logistici più importanti, insieme al secondo centro intermodale di San Stino di Livenza in provincia di Venezia, ed entrambi, oltre a essere sotto la gestione di Rail Cargo, sono dotati di magazzini coperti in cui la merce passa dal trasporto su rotaie a quello su gomma. Si tratta di aree in cui le operazioni di carico e scarico sono all’ordine del giorno, specialmente a Desio dove vengono movimentate circa 600mila tonnellate di merce all’anno, per il 60 per cento appartenenti alla siderurgica quindi tubi, blocchi di ferro e coils.

Proprio per l’alta intensità del traffico che si genera tra materiali e persone, l’azienda ha scelto di agire su due fronti: l’aggiornamento del parco macchine e l’installazione di dispositivi ausiliari. Per quanto riguarda la sede di Desio, i vecchi carrelli elevatori sono stati sostituiti con dei modelli nuovi come il FTMH FTF 36-12, su cui poi è stato installato il Backeye®360 di Brigade Elettronica, il sistema di visione completo che consente di visualizzare tutta l’area circostante al muletto, abbinato a VB- V-7104FM, il monitor da 10.4 pollici.

I vantaggi del Backeye®360 sono molteplici: attraverso un software dedicato è possibile riunire in un’unica immagine dall’alto, in tempo reale, le riprese di quattro telecamere posizionate intorno al mezzo. Gli angoli ciechi vengono così azzerati e diventa più semplice effettuare le manovre in tutta sicurezza. Altrettanto numerose sono le opzioni di configurazione, con oltre 19 modalità di visualizzazione a schermo intero o frazionato; la possibilità di ottenere immagini panoramiche a tutto campo; la suddivisione del monitor per fare un focus solo su alcune zone.

Un altro dispositivo di Brigade Elettronica è in fase di valutazione da parte di Rail Cargo, decisa ad incrementare la sicurezza: si tratta di ZoneSafe, un sistema di rilevamento macchina-uomo in grado di segnalare la presenza di persone attorno alla macchina, grazie alla tecnologia della radiofrequenza RFID. Composto da un’unità di controllo, antenne montate sul mezzo, di un Vibratag Driver destinato al conducente e di altre Vibratag per i pedoni, ZoneSafe allerta l’operatore quando un individuo si trova nell’area circoscritta, personalizzabile dai 3 ai 10 metri. Il dispositivo risulta utile anche per monitorare gli accessi del personale, tramite l’identificatore univoco collegato al singolo dipendente. Tutti i dati e i report sono facilmente consultabili attraverso l’applicazione e la dashboard.

 

brigade collaborazione

 

Torna su