Prevenzione: l’Inail incentiva le aziende

Tempo fino al 2 marzo 2020 per accedere agli sconti previsti per le aziende che, nel 2019, hanno investito nel miglioramento delle condizioni di sicurezza

prevenzione, sconto, Inail

Rimangono pochi giorni per compilare la domanda per accedere agli incentivi Inail, un’opportunità offerta dall’Istituto nazionale alle aziende che hanno effettuato, nel 2019, interventi migliorativi aggiuntivi a quelli obbligatori. Lo sconto, o sarebbe meglio dire l’oscillazione per prevenzione, è destinato alle attività che sono in regola su tutti i fronti: contributivo, assicurativo e normativo per quanto riguarda salute, igiene e sicurezza

Quando e come presentare il modulo di richiesta?

Gli anni passati la scadenza per la presentazione della domanda veniva fissata al 28 di febbraio o al 29 in caso di cadenza bisestile, ma la data nel 2020 cade di sabato e per questo motivo il termine di inoltro è stato posticipato a lunedì 2 marzo. 

La domanda di riduzione per prevenzione deve essere presentata esclusivamente online attraverso il portale Inail sulla pagina “Servizi online”, dove è possibile reperire anche le istruzioni d’uso. E’ necessario accompagnare il modulo di richiesta con i documenti degli interventi migliorativi effettuati. Le aziende riceveranno, entro 120 giorni dall’inoltro della domanda, una comunicazione dall’Inail in merito all’effettiva idoneità per poter richiedere l’oscillazione di prevenzione.  

Se il responso è positivo, dopo l’accertamento del possesso dei requisiti delle aziende richiedenti,  la riduzione viene applicata all’impresa stessa ed è valida solo per l’anno in cui si è effettuata la domanda di riduzione. 

Chi può partecipare?

Le aziende che vogliono accedere alla riduzione del tasso, possono presentare la domanda solo se in possesso di regolarità contributiva e assicurativa. Tra i requisiti richiesti anche la piena osservazione delle norme igieniche e di sicurezza sul lavoro. L’opportunità è aperta anche alle giovani imprese attive da due anni, con una riduzione applicabile all’8 per cento. 

I miglioramenti considerati validi, per poter rientrare nell’oscillazione di prevenzione, sono suddivisi in 5 sezioni: carattere generale, responsabilità sociale, trasversali, settoriali generali e settoriali. Ben vengano quindi le segnalazioni di mancati incidenti lavorativi o quasi infortuni, le agevolazioni sociali concesse ai dipendenti, il reinserimento dei lavoratori con disabilità da mansione, le convenzioni con le Asl per le campagne anti fumo, alcool e sostanze stupefacenti, ma anche la partecipazione al premio promosso da Inail e Confindustria con Apqi e Accredia,  “Imprese per la sicurezza”.

Torna su