Pmi, prorogato il termine del voucher per la digitalizzazione

Slitta di tre mesi il termine per il completamento delle procedure della misura ministeriale. Le aziende avranno tempo fino a marzo 2019 per presentare le richieste di erogazione, mentre le domande potranno essere caricate da settembre

innovazione digitalizzazione

Con decreto direttoriale 1° agosto 2018, pubblicato sul sito del Ministero dello Sviluppo economico è stato prorogato il termine per il completamento delle spese connesse agli interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e ammodernamento tecnologico al 14 dicembre 2018. Le imprese assegnatarie avranno tempo, a partire dal 14 settembre 2018 fino al 14 marzo 2019 per presentare la richiesta di erogazione.

Cos’è il voucher?

È una misura agevolativa destinata alle micro, piccole e medie imprese che prevede un contributo, attraverso la concessione di un voucher di importo non superiore a 10 mila euro.

Il voucher è utilizzabile per l’acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l’efficienza aziendale;
  • modernizzare l’organizzazione del lavoro, mediante l’utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Le domande di erogazione del Voucher possono essere presentate dalle imprese -a seguito della realizzazione del progetto e del pagamento a saldo di tutte le relative spese- esclusivamente attraverso una apposita procedura informatica che sarà resa disponibile a partire dal 14 settembre 2018 sul sito del Mise.

 

Torna su