Modula China: il nuovo polo produttivo

Un’area di 25.000 metri quadrati, 80 dipendenti destinati a diventare 150 nei prossimi anni: è stato inaugurato il nuovo stabilimento cinese della società emiliana. Si affianca a quello di Salvaterra e Lewiston

modula Cina stabilimenti

“Un altro traguardo importante per Modula, che non solo conferma la sua impronta internazionale, ma rafforza la sua presenza nel territorio asiatico trasferendo know how e investendo in paesi ad alto potenziale di crescita come la Cina. Concepita come la fabbrica italiana, anche qui protagonista assoluta è l’innovazione: dalla materia prima al prodotto finito. È una realtà all’avanguardia, diretta da personale italiano e cinese altamente qualificato, un modello di Industria 4.0, in cui la figura dell’uomo è ancora centrale”.

Con queste parole Franco Stefani, presidente di Modula SpA, azienda che progetta e produce magazzini automatici verticali, commenta l’inaugurazione del nuovo impianto produttivo, avvenuta lo scorso 13 novembre. Collocato nel distretto industriale di Suzhou, nella provincia dello Jiangsu, non lontano da Shangai, lo stabilimento di Modula (China) Automation Equipment Co.,LTD si affianca alle altre due sedi produttive globali del gruppo Modula, quella italiana di Salvaterra -il cuore dell’azienda-, e Lewiston, nello stato dei Maine, negli Stati Uniti. La nuova filiale di Modula rappresenta un altro investimento in questo distretto per l’imprenditore Franco Stefani e conferma la scelta fatta già nei primi anni 2000, con la nascita di System China, dedicata alla produzione di impianti per la ceramica.

Il polo produttivo di Suzhou -iper moderno, che si ispira ai principi dell’industria 4.0- attivo e funzionante al 100 per  cento occupa un’area di 25.000 metri quadrati, con una superficie coperta di 15.000 metri quadrati, con 80 dipendenti destinati a diventare 150 nei prossimi anni. Dal punto di vista della produzione, lo stabilimento è partito con una capacità produttiva di 5 macchine a settimana per arrivare a raggiungere le 1.000 unità all’anno e servire l’intero mercato asiatico, con la medesima qualità europea, a partire dal 2021. Modula, nata inizialmente come unità operativa di System Logistics SpA (ora parte del Gruppo Krones), è divenuta una società per azioni nel 2016, mentre i primi magazzini verticali a cassetti sono stati creati, da un’intuizione di Stefani, alla fine degli anni 80. La realtà industriale di Modula oggi conta 600 dipendenti nel mondo, di cui la metà impiegati nel quartier generale di Salvaterra di Casalgrande, a Reggio Emilia.
Il gruppo Modula vanta ora 8 Filiali nel mondo, oltre 100 dealer, 15.000 clienti in oltre 50 paesi. Nel 2018, le vendite dei magazzini Modula hanno superato le 2.500 unità. Il fatturato ha registrato negli ultimi 5 anni una crescita del 26 per cento (CAGR) arrivando a 160 milioni di euro.

Ti è piaciuto l’articolo?  Lo trovi anche sul PDF di Muletti Dappertutto n.1/2020 con tanti altri contenuti! Scaricalo qui

Torna su