Massimiliano Bariola è il nuovo presidente di AISEM 

Designati anche i vicepresidenti: Roberta Togni per i rapporti associativi e Stefano Predieri per i rapporti economici 

AISEM, neo presidente, Roberta Togni, Stefano Predieri, Massimiliano Bariola

Rinnovo ai vertici di AISEM, associazione che riunisce l’imprenditoria italiana dei sistemi di sollevamento, elevazione e movimentazione all’interno di ANIMA Confindustria, con l’ingresso di Massimiliano Bariola in qualità di presidente. 

Classe 1978, dopo aver conseguito la laurea in economia aziendale all’università LIUC, inizia a lavorare presso L.T.E S.p.A. come direttore dell’area amministrazione e finanza.  La sua carriera si articola in diversi ruoli tra cui responsabile del ramo finanziario per IML Group e GCR EuroDraw, mentre oggi è amministratore delegato di Simai S.p.a. Nel 2019 vince il premio “Giovane Manager” di Federmanager e HYAS.  All’interno di AISEM, nel 2017 ricopre il ruolo di tesoriere, dal 2018 è membro del comitato di indirizzo della sezione Carrelli e l’anno successivo diventa vicepresidente dell’associazione. 

Oggi alla carriera di  Massimiliano Bariola si aggiunge un nuovo capitolo: “L’obiettivo del mio mandato sarà quello di confermare e proseguire le attività avviate dalla precedente presidenza, tra cui aumentare la partecipazione di AISEM a convegni e fiere (la prossima Intralogistica Italia, 3-6 maggio a Rho FieraMilano), accrescere il numero di aziende associate e diffondere la cultura della sicurezza tramite la formazione e il rinnovo del parco macchine circolante”, così dichiara il neo presidente in merito alla nuova carica ricoperta e continua ”Dobbiamo inoltre sfruttare al meglio le opportunità offerte dal Pnrr, in particolare l’accesso agli investimenti strutturali previsti dal piano Transizione 4.0”.

Tra gli altri obiettivi associativi anche la sostenibilità ambientale e il risparmio energetico che, secondo quanto riportato da Bariola, dovranno essere i punti centrali di AISEM per i prossimi due anni. Il neo presidente commenta anche la situazione energetica attuale, ultimamente fonte di preoccupazione per il settore: “Bisogna, inoltre, puntare a un uso sempre maggiore di fonti pulite e rinnovabili, riducendo la dipendenza delle aziende da petrolio e gas naturale, in modo da contenere i consumi energetici e abbassare i costi in bolletta, che negli ultimi mesi sono cresciuti in maniera spropositata”, conclude. 

Nominati anche i due vicepresidenti: Roberta Togni di Automha S.p.a, già capogruppo di Sistemi Intralogistici, avrà la delega ai rapporti associativi; a Stefano Predieri di Still S.p.A spetterà invece il mandato ai rapporti economici. 

 

Torna su