Magazziniera muore in Brasile schiacciata da scaffali

Secondo la ricostruzione la tragedia della magazziniera potrebbe essere collegata a un errore commesso da un operatore con un carrello elevatore. Otto persone ferite, aperta un’inchiesta

Una manovra errata da parte di un operatore di un carrello elevatore potrebbe essere la causa di un terribile incidente sul lavoro avvenuto all’interno del supermercato Mateus Atacarejo Mix di São Luís, nel nord del Brasile che è costato la vita a una magazziniera di 19 anni e ha fatto finire in ospedale altre otto persone tra dipendenti e clienti. Tutti sono stati travolti dal crollo di cinque scaffalature.

La notizia, corredata da un video, è rimbalzata sui media brasiliani ed è stata riportata dai quotidiani italiani online come Il Messaggero o Il Fatto Quotidiano. L’incidente è avvenuto alcuni giorni fa. La dinamica precisa di quanto accaduto all’interno del supermercato non è ancora chiara, ma secondo quanto riportato dalle testate online brasiliane, una manovra errata con un carrello elevatore potrebbe avere provocato il crollo di uno scaffale, alto diversi metri,  pieno di merce. La caduta della prima scaffalatura ha provocato un effetto domino, facendone crollare altre quattro che sono piombate su clienti e dipendenti. In quel momento il supermercato era pieno di gente che è corsa fuori a chiedere aiuto. Sul posto sono arrivate numerose squadre dei vigili del fuoco. Per oltre 11 ore 270 soccorritori hanno lavorato per liberare i feriti finiti sotto gli scaffali e gli scatoloni pieni di merce. Purtroppo, nonostante l’intervento dei vigili del fuoco e del personale medico, per la magazziniera 19enne non c’è stato nulla da fare. Altre otto persone sono state trasportate in ospedale con ferite e sospette fratture.

La vittima lavorava da pochi mesi all’interno del supermercato. L’Mpt (Ufficio del Procuratore del Lavoro) di Maranhão ha avviato un’indagine civile per verificare le eventuali responsabilità su quanto accaduto. Il magistrato ha annunciato che si sforzerà di far garantire il rispetto rigoroso degli standard di salute e sicurezza al fine di prevenire ulteriori incidenti. Il gruppo Mateus, responsabile del supermercato, dopo l’incidente ha chiuso per una giornata i punti vendita di São Luís per solidarietà con le famiglie della giovane vittima e delle persone ferite.

 

Torna su