Linde Material Handling: 8 curiosità sugli H20-H35

Lo sapevi? Ecco otto curiosità sui carrelli elevatori diesel e gas H20-H35 con trasmissione idrostatica targati Linde Material Handling

Linde Material Handling, curiosità

Trasmissione idrostatica, doppia pedaliera, Linde Load Control, condizioni ottimali di visibilità che garantiscono un’interazione precisa tra macchina e uomo: il brand del gruppo Kion ha risposto alle costanti sfide della movimentazione dei materiali lanciando sul mercato H20-H35 e proponendo un nuovo concetto di carrello elevatore.

Ma ecco 8 curiosità sui nuovi prodotti Linde:

  • 10 centimetri in più di spazio per la testa per gli operatori che superano 1,90 metri di altezza;
  • 65 per cento di tutti i raccordi a vite è realizzato con la nuova vite Linde;
  • 3 cilindri invece di 4 rendono i motori dei Linde H20-H35 più efficienti;
  • 15 minuti per riscaldare la cabina da -20 a +22 gradi Celsius;
  • 20 per cento di componenti in meno rispetto ai precedenti modelli;
  • 1000 ore di funzionamento fino al prossimo cambio olio;
  • 12 varianti di sedile per soddisfare le esigenze di tutti;
  • 51 centimetri di spazio per le gambe.

Profilo aziendale 

Linde Material Handling appartiene dal 2006 al Kion Group ed è presente in oltre 100 Paesi in tutto il mondo: Cina, Francia, Germania, Repubblica Ceca e USA.
L’operato dell’azienda è incentrato sullo sviluppo di soluzioni ad alte prestazioni per logistica interna come carrelli elevatori elettrici e diesel, attrezzature da magazzino, software la gestione della flotta, sistemi per automazione e guida assistita, fino ad arrivare alla formazione degli operatori e ai servizi di finanziamento.

Torna su