Lidl dona al Banco Alimentare 33 muletti

I carrelli elevatori, dislocati in tutto il territorio italiano, serviranno a velocizzare le operazioni di movimentazione merci svolte dai volontari 

Lidl muletti Banco

Tempi duri non fermano la solidarietà e, specialmente nei periodi più grigi, è bene fermarsi un attimo a osservare ciò che di bello accade nel mondo, magari prendendo spunto per fare del bene a propria volta. 

Dal 2018 Lidl e Banco Alimentare hanno avviato il progetto “Oltre il Carrello – Lidl con lo spreco”, un’iniziativa che si rivela utile più che mai in questo contesto emergenziale: il Covid-19 ha messo a dura prova le famiglie italiane, facendo registrare un aumento delle richieste di pacchi di cibo del 40 per cento in tutta Italia, con picchi del 70 per cento nelle regioni del Sud. 

Tanti i volontari che si sono offerti di svolgere le attività di movimentazione merci ma pochi i mezzi a disposizione. Lidl ha così deciso di rispondere alla richiesta lanciata dal Banco Alimentare donando 33 carrelli elevatori, utilizzati in precedenza, ma in perfette condizioni. 

“Il contributo di Lidl in questo momento di emergenza risulta molto importante” afferma Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus. “I muletti donati verranno utilizzati nei nostri magazzini in tutta Italia per le operazioni logistiche e ci aiuteranno nelle nostre operazioni quotidiane. Spesso ci si dimentica del lavoro che c’è dietro il recupero e la distribuzione del cibo, un lavoro complesso e dispendioso che ci permette di essere efficienti e veloci nel sostenere le strutture caritative e le persone in difficoltà. Questo aiuto ci giunge quindi particolarmente gradito perché le richieste di sostegno alimentare non fanno che aumentare e la situazione nel breve periodo non migliorerà certamente. Abbiamo quindi bisogno dell’aiuto di tutti per riuscire ad essere presenti sul territorio e non lasciare indietro nessuno”. 

Massimiliano Silvestri, presidente di Lidl Italia commenta così questa iniziativa: “Collaboriamo con il Banco Alimentare da oltre 10 anni e ci sentiamo veri e propri “Compagni di Banco”. Abbiamo a cuore l’attività di tutti i volontari che offrono un contributo concreto alla Comunità e ci impegniamo al fine di poterla migliorare. Siamo molto felici di aver alleggerito lo sforzo logistico dei tanti magazzini del Banco Alimentare grazie alla donazione di questi muletti elettrici, strumenti che noi, come azienda della grande distribuzione, diamo per scontati, ma che per una realtà basata sul volontariato assumono un valore ancora più alto”.

Ma l’azienda non si è risparmiata e, dall’inizio dell’emergenza, ha donato oltre 57 tonnellate di cibo e prodotti per la detergenza, tendendo una mano alle fasce della popolazione più colpite dalla crisi. Inoltre, in 245 punti vendita della catena è attiva l’iniziativa “Spesa sospesa”: i clienti possono acquistare beni di prima necessità che verranno poi distribuiti alle persone bisognose dai volontari delle associazioni territoriali. 

Torna su