La F1-75 della Scuderia Ferrari si sposta nel mondo con CEVA Logistics

Nell’anno del 75esimo anniversario della squadra corse italiana sarà CEVA a occuparsi delle attività logistiche del Cavallino Rampante. Ma la collaborazione delle due aziende va oltre, grazie all’accordo pluriennale come Team Partner e ai comuni obiettivi green

Ferrari, F1-75, logistica, CEVA

Velocità, precisione, capacità di affrontare le sfide e andare sempre oltre: sono caratteristiche indispensabili non solo nel mondo dei motori, ma anche in quello della logistica, in cui un ritardo o una disattenzione possono influire negativamente sull’intero processo produttivo aziendale, costando caro. In tutti i sensi.
Lo sa bene Scuderia Ferrari – orgoglio del made in Italy, che nei suoi 75 anni di vita di sfide ne ha affrontate e vinte tante – che ha deciso di affidarsi a CEVA Logistics per la logistica delle attività sportive non soltanto della squadra corse della casa automobilistica fondata da il Drake, ma anche di Competizioni GT e dei numerosi eventi del Ferrari Challenge.
Non saranno solo le F1-75 di Charles Leclerc e Carlos Sainz ad attraversare via mare e su strada i quattro Continenti per raggiungere i circuiti – ne sono stati designati 22 dopo la cancellazione per motivi di sicurezza del GP di Sochi – sede dei gran premi, ma saranno anche le attrezzature a viaggiare con CEVA Logistics e la sua rete globale. Allo specialista di logistica per conto terzi anche le spedizioni di pezzi di ricambio in Europa e la distribuzione globale di articoli per il commercio al dettaglio.

Ma la collaborazione che dal 2022 unisce la casa del Cavallino Rampante e l’azienda parte del Gruppo CMA CGM va oltre il rapporto di official logistic partnership: il logo di CEVA campeggerà sulla livrea delle monoposto, TIR, attrezzature e abbigliamento sportivo del gruppo di piloti e della squadra grazie all’accordo di Team partnership.


Ferrari, F1-75, logistica, CEVALogistica e mondo della F1 uniti nella corsa verso il green

Sotto la guida del gruppo CMA CGM, CEVA Logistics è fortemente impegnata nella protezione dell’ambiente, cercando di raggiungere l’obiettivo “Net zero carbon” entro il 2050. Nell’ambito di questo processo di decarbonizzazione, l’azienda offre attualmente ai clienti la possibilità di scegliere carburanti alternativi, tra cui biocarburanti, GNL e biometano per le spedizioni via mare,
carburanti sostenibili per l’aviazione per le spedizioni aeree, e biocarburanti o veicoli elettrici per il trasporto terrestre. Per tutta la stagione di Formula 1 utilizzerà navi alimentate a gas naturale liquefatto per le spedizioni marittime della Scuderia verso i circuiti della competizione.

Queste iniziative fanno eco al progetto che già da qualche anno vede impegnato il mondo della F1 verso una transizione sempre più verde: a partire dal 2014 il V8 aspirato è stato sostituito
da un V6 a propulsione ibrida, mentre quest’anno vedrà l’avvento dell’E10, una miscela di carburante composta al 90 per cento da combustibile fossile e il restante 10 da etanolo. L’ambizioso obiettivo “Net zero carbon” verrà centrato entro il 2030.

“Il settore della logistica vive un rapido cambiamento dettato dall’introduzione di nuove tecnologie e lo stesso accade in Formula 1” spiega Mathieu Friedberg, CEO di CEVA Logistics. “Con
l’avvento di una nuova era nel 2022, non vediamo l’ora di lavorare al fianco di Scuderia Ferrari per mostrare questi progressi nella logistica e nelle corse. Il team Scuderia Ferrari mira a salire sul
gradino più alto del podio percorrendo ogni circuito con agilità ed efficienza. Per noi di CEVA Logistics, il circuito è il mondo e intendiamo percorrerlo ogni giorno per i nostri clienti con la stessa
agilità ed efficienza”.

Torna su