Ultime notizie
Home » Muletto Sicuro » Inail, a Nicolino il premio Sartori

Inail, a Nicolino il premio Sartori

Promozione della salute e sicurezza negli ambienti di lavoro sono le tematiche su cui si sono confrontati i giovani creativi che han partecipato al concorso dell’Istituto

inail Sartori sicurezza lavoro
immagine simbolo

Basta un attimo, una veloce sequenza di secondi, rapida quanto uno schiocco di dita o, per dirla col titolo del cortometraggio vincente, “Fingers snap”, per far diventare una banale distrazione, un evento nefasto. E’ per accendere un faro sull’importanza della sicurezza e della prevenzione in ambito lavorativo che nasce il Premio Marco Fabio Sartori, concorso nazionale promosso dall’Inail in memoria del presidente scomparso prematuramente nel 2011, nato con l’obiettivo di sensibilizzare una platea sempre più vasta ai temi che devono diventare un valore di riferimento per le imprese e per i lavoratori. Il concorso, giunto alla sesta edizione, è aperto alla partecipazione di autori di età compresa tra i 18 e i 35 anni, chiamati a realizzare un cortometraggio o una campagna di comunicazione sulla promozione della salute e della sicurezza negli ambienti di lavoro.

A salire sul gradino più alto del podio nella sezione dedicata ai cortometraggi è stato “Fingers snap” di Lorenzo Nicolino, opera che si è contraddistinta per l’originalità e l’ironia sottile della narrazione con cui ha affrontato, con grande delicatezza, un tema drammatico come quello degli incidenti e delle morti sul lavoro.

Seconda piazza per “Un giorno qualunque” di Alessio Graziano, a cui è stata riconosciuta la capacità di raccontare in modo chiaro e al tempo stesso poetico, mentre al terzo posto si classifica “Pulce” di Lucia Fontana, di cui è stato apprezzato il racconto in prima persona, privo di facile commozione, della perdita del padre per un infortunio sul lavoro.

Il primo posto della sezione dedicata alle campagne di comunicazione, introdotta quest’anno, se lo è aggiudicato Andrea Donini grazie all’efficacia del messaggio trasmesso  con “In cantiere ogni strumento può essere fatale”, nella quale mostra la doppia natura degli strumenti di lavoro, oggetti potenzialmente letali. Medaglia d’argento per Francesco Giacomin con l’opera “Chi è responsabile della vostra sicurezza?” premiata per l’originalità dello stile visuale, mentre a salire sull’ultimo gradino del podio è stata  Alessandra Dolente con l’elaborato “Io sono sicurezza”, per la singolarità della grafica minimale utilizzata. Una menzione speciale è andata, infine, a Jim’s story, di Michael Cordaro, per l’originalità espressiva e l’uso del rap nella narrazione di un tema complesso come quello degli incidenti sul lavoro.

Trovate alcuni momenti della premiazione e le campagne di comunicazione premiate sul sito dell’Inail, mentre sul canale YouTube dell’Istituto nazionale per l’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro potete visionare i tre cortometraggi vincenti

 

google-site-verification: google3d2f88f49ad6a382.html