Ultime notizie
Home » Muletto e Dintorni » Scania presenta C-me, il gilet col sesto senso

Scania presenta C-me, il gilet col sesto senso

Può un indumento aiutare a salvare la vita di chi lo indossa? Sì, se ha un sensore che riesce a monitorare l’autista notificando il pericolo in caso di incidente o allarme. Ma non solo

gilet scania

È stato presentato in occasione della 67esima edizione della IAA Commercial Vehicles di Hannover  C-me, il nuovo gilet di Scania  progettato per assicurare una protezione aggiuntiva a chi lo indossa. Tecnologia avanzata al servizio della sicurezza in un indumento dalle molteplici funzioni. “Il gilet Scania C-me garantisce una maggiore protezione degli autisti che si trovano spesso da soli e che sono quindi particolarmente vulnerabili”, afferma Peter Hellberg, Product Manager in Vehicle Accessories, Scania. “Indossando il gilet Scania C-me, in caso di imprevisto, l’autista può attirare automaticamente l’attenzione e richiedere aiuto”. La funzionalità di Scania C-me è gestita da una app, con la possibilità di effettuare diverse impostazioni per illuminazione, condizioni esterne, numeri di emergenza ecc. in base alle proprie preferenze individuali. Il gilet C-me comunica con lo smartphone di chi lo indossa tramite Bluetooth e la app provvede a far scattare l’allarme e a inviare la posizione effettiva dell’autista al sistema Scania Fleet Management oppure a chiamare un numero di emergenza preimpostato. Inoltre, tramite la app è possibile visualizzare alcuni dati dell’utente come lo stato della batteria, il numero di salite e discese del conducente dalla cabina e altre informazioni rilevanti. Il gilet può essere impostato per illuminarsi automaticamente quando l’autista scende dalla cabina in condizioni di scarsa luminosità. Anche senza queste funzionalità di illuminazione, è conforme ai requisiti di legge previsti in Europa per gli indumenti di segnalazione ad alta visibilità. Oltre ad offrire una maggiore visibilità, Scania C-me è dotato di un sensore in grado di rilevare se chi lo indossa perde conoscenza dopo un movimento repentino ed involontario, come ad esempio una caduta, e far scattare un allarme. Inoltre, è dotato di un pulsante di allarme che l’utente può attivare manualmente. “Potremmo definirlo un vero e proprio sesto senso, un indumento che ‘tiene sotto controllo’ l’autista e che in determinate situazioni può fare la differenza tra la vita e la morte”, afferma Hellberg, che conclude: “Ogni utente può selezionare il livello di monitoraggio che preferisce, ma sono convinto che chiunque cada dal proprio veicolo apprezzi sicuramente un rapido intervento”. Il gilet Scania C-me sarà disponibile presso la rete di concessionari dell’azienda svedese alla fine del 2018.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google-site-verification: google3d2f88f49ad6a382.html