Fiere e COVID19: LogiMAT e Hannover Messe

In questi giorni caldi sono sempre più numerosi gli eventi fieristici che vengono rimandati. Quale la situazione delle due più importanti fiere tedesche del nostro settore?

Fiere COVID19 coronavirus logiMAT Hannover Messe

In Italia, per decreto e per precauzione, a causa dei limiti imposti dal coronavirus si stanno annullando o procrastinando manifestazioni, eventi e ogni forma di riunione in luogo pubblico o privato, anche quelli non programmati nelle zone più calde della diffusione.

Ma cosa succede nelle fiere estere di settore?

E’ di ieri la nota diffusa da Hannover Messe in cui Jochen Köckler, presidente del consiglio di amministrazione di Deutsche Messe, ribadendo che l’attenzione sul problema resta alta, ha confermato lo svolgimento della fiera – prevista dal 20 al 24 aprile -, ma riservandosi di prendere ulteriori decisioni, basate sull’evolversi della situazione coronavirus, nella terza settimana di marzo.

Dello stesso avviso sono gli organizzatori di LogiMAT, appuntamento fieristico previsto a Stoccarda nell’imminente mese di marzo, dal 10 al 12, che attraverso la pagina del proprio sito dedicata al COVID19 confermano lo svolgimento della fiera, ma con una serie di accorgimenti.

Ingresso vietato -come riportato dall’ultimo aggiornamento sul portale del 25 febbraio alle 13.30– a visitatori ed espositori delle aree che il Robert Koch Institute, l’organizzazione tedesca responsabile per il controllo e la prevenzione delle malattie infettive, classifica come aree a rischio, vale a dire:

  • in Cina : provincia di Hubei (compresa la città di Wuhan) e le città di Wenzhou, Hangzhou, Ningbo, Taizhou nella provincia di Zhejiang;
  • in Iran : provincia di Ghom;
  • in Italia : la provincia di Lodi in Lombardia e la cittadina di Vo (provincia di Padova) in Veneto;
  • in Corea del Sud : provincia di Gyeongsangbuk-do (North Gyeongsang)

 Le persone che sono state nelle aree classificate dal Robert Koch Institute come “aree a rischio” negli ultimi 14 giorni non sono autorizzate ad accedere al quartiere fieristico, né durante i periodi di assemblaggio e smantellamento, né durante l’evento.

 Molteplici, secondo quanto affermato nella nota, le misure che verranno adottate dagli organizzatori, in collaborazione con Landesmesse Stuttgart, per garantire un ambiente salubre: oltre al posizionamento di numerosi distributori di disinfezione, verranno intensificate le pulizie di servizi igienici, corrimano, ascensori e maniglie delle porte.

fiera fiere COVID19 LogiMAT Hannover Messe
no hands” campaign

Meglio mettere al bando anche, conclude la nota, le strette di mano:  “gli organizzatori del LogiMAT sostengono l’attuale campagna ‘no hands’, che raccomanda di non stringere la mano. Alla luce del circostanze attuali, questo non è maleducato, ma un’altra raccomandazione prudente”.  

AGGIORNAMENTO del 28 febbraio

L’intera regione Lombardia viene adesso considerata una “zona a rischio“: fiera vietata a tutte le aziende e i visitatori che provengono da Lombardia e Vo’ in Veneto.

Torna su