UA-128299151-1
Ultime notizie
Home » News » Fatturazione elettronica: novità, semplificazioni e sanzioni

Fatturazione elettronica: novità, semplificazioni e sanzioni

Fatturazione elettronica: tutte le novità introdotte dal decreto fiscale 2019 e l’allarme dell’Associazione nazionale commercialisti

fatturazione elettronica e fattura

Diverse conferme ma anche novità tra le tante misure approvate con il decreto fiscale 2019. In primis la fatturazione elettronica: il Decreto legislativo fiscale collegato alla nuova Legge di Bilancio, conferma l’avvio dell’obbligo della fattura elettronica dal 1° gennaio 2019 per tutti i privati titolari di partita Iva. Sono esclusi, e quindi esonerati dall’obbligo e-fattura, i contribuenti nel regime forfettario, minimi e produttori agricoli.

Sanzioni

Niente sanzioni per i primi 6 mesi del 2019. Il Decreto fiscale ha previsto la cancellazione per chi non si adegua al nuovo meccanismo di fatturazione elettronica e ritardi la trasmissione delle e-fatture, a patto però che tale ritardo non abbia effetti sulla liquidazione Iva. Sanzioni ridotte, invece, per i ritardi dopo il 1° luglio 2019: in questo caso si applicano sanzioni ridotte dell’80 per cento. Ma anche per chi entro il termine per la liquidazione del mese o trimestre successivo, emette la e-fattura, e per il committente o cessionario in caso di erronea detrazione Iva o sua regolarizzazione.

Invio della fattura elettronica entro 10 giorni

Il decreto fiscale 2019 offre la possibilità ai contribuenti obbligati di inviare la fattura elettronica o cartacea entro 10 giorni dalla data di effettuazione dell’operazione, e non più nel giorno stesso. Tale semplificazione entra in vigore a partire dal 1° luglio 2019 e tale modifica non comporta modifiche o ritardi alla detrazione IVA da parte del soggetto destinatario, per cui per una corretta liquidazione dell’imposta sul valore aggiunto, la fattura va annotata e ricevuta entro il 15 del mese successivo. Per coloro che intendono avvalersi di questa opportunità, devono darne evidenza nel documento stesso, indicando quindi la data in cui è avvenuta la cessione di beni o la corresponsione del corrispettivo.

E-fattura e deleghe

Pronte le nuove regole per conferire le deleghe agli intermediari per l’utilizzo dei servizi di fatturazione elettronica dell’Agenzia delle Entrate. Con un provvedimento del direttore dell’AE, Antonino Maggiore,  vengono infatti definite le modalità con cui gli intermediari delegati possono inviare all’Amministrazione la comunicazione telematica contenente i dati essenziali delle deleghe ricevute, ai fini della loro attivazione automatica. Questa comunicazione potrà essere inviata con modalità “massiva”, e quindi conterrà i dati di più deleghe conferite, oppure potrà essere trasmessa con modalità “puntuale”, per attivare singolarmente ogni delega ricevuta.

Considerata la vasta platea dei soggetti coinvolti nel processo di fatturazione elettronica e i volumi di fatture previsti, l’Agenzia ha messo a punto due procedure per semplificare il processo di attivazione delle deleghe, garantendo, al contempo la tutela del delegante. In particolare, è stato realizzato un servizio che consente di inviare, con modalità massiva dal 5 novembre o con modalità puntuale dal 30 novembre 2018, una comunicazione telematica contenente i dati essenziali delle deleghe conferite, ai fini della loro attivazione automatica.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *