Ultime notizie
Home » Muletto e Dintorni » Bonus pubblicità: aprono i termini per il 2019

Bonus pubblicità: aprono i termini per il 2019

Ci sarà tempo fino al 31 ottobre per inoltrare le domande e accedere alla misura agevolata per gli investimenti incrementali effettuati su stampa ed emittenti radio e televisive

bonus pubblicità 2019

Buone notizie per coloro che scelgono di investire nell’acquisto di spazi pubblicitari su stampa, tv e radio: sono stati riaperti i termini per accedere alle agevolazioni per gli investimenti incrementali effettuati su giornali cartacei o digitali, emittenti radiofoniche e televisive locali.

Diverse sono le novità introdotte dall’articolo 3-bis inserito nel dl 59/19; la più importante è quella che vede il bonus, inizialmente pensato per il 2017- 2018 e rimasto finora al palo nel 2019, ripartire, diventando strutturale. A finanziarlo, come si legge nel testo, saranno risorse del Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione, determinato annualmente con un decreto del Presidente del Consiglio dei ministri.

Tuttavia, rispetto agli anni passati, cambiano sia i termini di presentazione della domanda, sia la misura di agevolazione: cade la distinzione che vedeva le micro, pmi e start-up innovative destinatarie di un credito d’imposta elevato al 90 per cento. A partire da quest’anno la misura diventa per tutti i potenziali beneficiari – imprese, lavoratori autonomi ed enti non commerciali- pari al 75 per cento del valore incrementale degli investimenti effettuati.

Per quanto attiene alle tempistiche, solo per il 2019, le comunicazioni potranno essere presentate esclusivamente nel mese di ottobre: dal 1° al 31.

Bonus pubblicità 2019 in pillole

  • Dal 2018 è stato istituito un credito d’imposta sugli investimenti pubblicitari incrementali effettuati sulla stampa quotidiana e periodica e sulle emittenti televisive e radiofoniche locali (articolo 57-bis del decreto legge 24 aprile 2017, n. 50, convertito dalla legge 21 giugno 2017, n. 96, e successive modificazioni).
  • Per beneficiare dell’agevolazione è necessario che la somma complessiva delle spese realizzate superi almeno dell’1 per cento l’importo degli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi d’informazione nell’anno precedente. Non sono ammesse al bonus le spese sostenute per altre forme di pubblicità come, ad esempio, grafica pubblicitaria su cartelloni fisici, volantini cartacei periodici, pubblicità su cartellonistica, su vetture o apparecchiature, pubblicità su schermi di sale cinematografiche, tramite social o piattaforme online.
  • Per il solo anno 2019 si può richiedere di accedere al beneficio presentando domanda dal 1° al 31 ottobre.
  • Il credito d’imposta è utilizzabile esclusivamente in compensazione tramite il modello F24.
google-site-verification: google3d2f88f49ad6a382.html