UA-128299151-1
Ultime notizie
Home » Muletto e Dintorni » Da ATAM un nuovo magazzino verticale automatico

Da ATAM un nuovo magazzino verticale automatico

ATAM opta per un magazzino verticale automatico per la gestione degli stampi

ATAM magazzino verticale automatico

ATAM, Avvolgimenti Tecnici Assemblaggi Milano, azienda specializzata nell’ambito delle bobine incapsulate e delle connessioni industriali, ha scelto di dotarsi di un magazzino verticale automatico per la gestione degli stampi aziendali.

Attraverso costanti investimenti di ricerca, risorse umane e nuove strutture, l’azienda ha adeguato la propria produzione e i propri impianti in anticipo rispetto a quanto definito nei concetti di Industria 4.0 e Full Traceability.

Il nuovo magazzino verticale automatico è dotato di un software gestionale in grado di informare in tempo reale tutti gli operatori sulla posizione e la disponibilità degli stampi aziendali e di programmare la loro manutenzione, in modo da ridurre al minimo i tempi morti. Inoltre, fa in modo che lo stampo richiesto arrivi nella giusta configurazione esattamente quando la linea di produzione lo richiede. Il magazzino, progettato e realizzato seguendo le specifiche esigenze tecniche e di design di ATAM, è pensato per gestire carichi pesanti ed è in grado di interfacciarsi con il sistema gestionale aziendale, grazie a un software anch’esso personalizzato. Ha una capacità massima di 60t e può contenere centinaia di stampi tutti pluriversionabili e progettati per comportarsi come puzzle, e ciò permette di produrre 3.000 versioni di bobine e altrettanti connettori.

ATAM magazzino verticale automatico

Dal momento in cui viene creato, nel reparto R&D di ATAM, ogni stampo con tutte le sue versioni viene conservato nel magazzino e rimane a disposizione fino a quando l’inserimento di un ordinativo non lo richiama. Quando viene inserito un nuovo ordine, il sistema automaticamente valuta la disponibilità dello stampo in magazzino, o lo individua a bordo macchina, se già impegnato in produzione. Il suo utilizzo viene valutato dal sistema utilizzando logiche di funzionalità “on time delivery” della produzione e ottimizzando i tempi di fermo macchina.

Quando il sistema richiama lo stampo dal magazzino, individua su quale bancone si trova e lo propone all’operatore in un tempo massimo di un minuto e trenta secondi, segnalandolo con luci a led che ne identificano la posizione. Con una pistola ad infrarossi, l’operatore verifica la versione desiderata, lo preleva con un sistema di movimentazione automatico e lo trasporta a bordo macchina dove rimane per tutto il tempo che il sistema riterrà necessario, prevedendo anche possibili veloci sostituzioni di componenti direttamente a bordo macchina per modificarne la versione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *