Home » Muletto Business » La Fabbrica del Futuro secondo Bosch

La Fabbrica del Futuro secondo Bosch

Il settore manifatturiero sta affrontando una irreversibile metamorfosi che vede il lavoro quotidiano cambiare progressivamente. In futuro macchine e persone saranno sempre più interconnesse

bosch fabbrica futuro

Il lavoro quotidiano nel settore manifatturiero sta subendo una radicale trasformazione e nei prossimi anni la relazione e la collaborazione tra persone e macchine diventeranno sempre più intense. Per Bosch il successo della Fabbrica del Futuro si baserà su tre pilastri: uomini, macchine e dati; il tutto in un ambiente intelligente, in cui gli unici elementi fissi saranno pareti, pavimento e soffitti e con l’intero processo produttivo che si svolgerà non solo in uno spazio reale, ma anche virtuale, con tutti i componenti in grado di condividere dati in modalità wireless.

Partendo da questo assioma, la multinazionale tedesca ha ridisegnato le proprie soluzioni puntando su flessibilità e interconnessione, valorizzazione e protezione del capitale umano, personalizzazione e scalabilità ai massimi livelli. Anche le attività dei lavoratori cambieranno: grazie a un approccio Machine Learning, i robot affiancheranno i colleghi umani, svolgendo le attività più monotone, faticose o pericolose. La rete mobile superveloce 5G consentirà di scambiare informazioni in tempo reale e l’intelligenza artificiale migliorerà la qualità dei prodotti, riconoscendo tempestivamente eventuali errori.

Bosch lavora alle soluzioni Industry 4.0 già da diversi anni: con circa 300 stabilimenti di produzione in tutto il mondo, l’azienda ha un’ampia esperienza nella tecnologia industriale e nell’uso del software, dei servizi e delle soluzioni di cloud computing, offrendo – in un’unica soluzione- tutto quello che occorre per la produzione e per l’intera catena di distribuzione. Le offerte Industry 4.0 per i clienti non comprendono soltanto le applicazioni software e i prodotti per la produzione e la logistica, ma anche servizi di formazione e consulenza. Questo permette di realizzare soluzioni su misura per ogni cliente. Nel 2020, grazie a queste soluzioni, Bosch prevede di aumentare il fatturato di oltre un miliardo di euro. Una delle caratteristiche dell’offerta della multinazionale è l’apertura dei sistemi che si basano su piattaforme open source, quindi una integrazione, rispetto al panorama del mercato, molto più flessibile.

Le tendenze tecnologiche dell’IoT

L’integrazione dell’information Technology con le tecnologie più classiche di produzione aprono orizzonti nuovi, non tanto nelle performance di macchina, quanto di ottimizzazione del processo e di massimizzazione del valore lungo l’intera catena. La vera rivoluzione è utilizzare la tecnologia per ridisegnare i processi produttivi con l’obiettivo di guadagnare un vantaggio competitivo sul mercato. La possibilità di raccogliere ed elaborare dati macchina e di ridurre i tempi di decisione per produzioni più efficienti sono i veri obiettivi da perseguire. “Pensare in grande, ma iniziare in piccolo” dovrebbe essere, secondo Bosch, il mantra di ogni imprenditore che vuole fare il salto nella manifattura del futuro, partendo dal processo, dagli indicatori di business e non dalla tecnologia.

Il Gruppo Bosch è fornitore leader e globale di tecnologie e servizi. Grazie ai circa 402.000 collaboratori (al 31 dicembre 2017) impiegati nei quattro settori di business Mobility Solutions, Industrial Technology, Consumer Goods e Energy and Building Technology, il Gruppo ha registrato un fatturato di 78,1 miliardi di euro nel 2017. In qualità di azienda leader nel settore IoT Bosch offre soluzioni innovative per smart home, smart city, mobilità connessa e Industry 4.0. Inoltre, utilizza la propria competenza nella tecnologia dei sensori, dei software e dei servizi, oltre che nel proprio cloud IoT per offrire ai clienti soluzioni connesse, cross-domain da un’unica fonte. L’obiettivo strategico del Gruppo è quello di fornire soluzioni innovative per una vita connessa. Seguendo lo slogan “Tecnologia per la vita” Bosch, grazie ai suoi prodotti e servizi, migliora la qualità della vita offrendo soluzioni innovative in tutto il mondo. Il Gruppo è costituto dall’azienda Robert Bosch GmbH e da circa 440 tra consociate e filiali in oltre 60 Paesi. Se si includono i partner commerciali e di servizi, la rete di produzione e vendita di Bosch copre quasi tutti i Paesi nel mondo. La base per la crescita futura della società è la forza innovativa, 64.500 sono i collaboratori Bosch impegnati nella ricerca e sviluppo in circa 125 sedi in tutto il mondo.

Bosch in Italia

Il Gruppo Bosch è presente dal 1904, anno in cui fu inaugurato il primo ufficio di rappresentanza a Milano. Lo sviluppo di Bosch in Italia è proseguito negli anni ampliando notevolmente le aree d’interesse, trasformandosi da semplice sede commerciale a vera e propria realtà industriale. Nel 2017, Bosch Italia con i suoi oltre 6.200 collaboratori ha conseguito un fatturato di 2,5 miliardi di euro. Oggi, su tutto il territorio nazionale, conta 20 società e 4 centri di ricerca, costituendo per il Gruppo uno dei mercati più importanti a livello mondiale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

google-site-verification: google3d2f88f49ad6a382.html