Ultime notizie
Home » Muletto e Dintorni » Borsino Immobiliare, segno più per la logistica

Borsino Immobiliare, segno più per la logistica

Notizie positive per il settore immobiliare logistico che reagito positivamente agli stimoli  del mercato. E’ quanto emerge 25^ edizione del Borsino Immobiliare della Logistica H1 2018 redatto da World Capital

Borsino immobiliare 2018

Nei primi sei mesi del 2018 il settore immobiliare logistico ha reagito positivamente agli stimoli del mercato, registrando un incremento del 50 per cento della superficie di magazzini di recente costruzione rispetto a tre anni fa. Il significativo sviluppo dell’e-commerce e del comparto retail ha inoltre generato una riduzione del 40 per cento del vacancy rate, contribuendo così alla generale crescita dell’outsourcing logistico. Questo lo scenario emerso dalla 25^ edizione del Borsino Immobiliare della Logistica H1 2018, redatto dal Dipartimento di Ricerca interno di World Capital.

Novità di questa edizione del Borsino: una sezione interamente dedicata alle grandi transazioni ufficialmente comunicate da organi di stampa, che nel primo semestre 2018 coprono 307.080 mq.

Soffermandoci sui valori del mercato della locazione degli immobili nuovi, il top rent viene registrato nella città di Genova con 60 €/mq/anno. Sempre relativamente agli immobili nuovi, le performance migliori al Nord vengono riscontrate nelle location come Milano (56 €/mq/anno) e Bologna (55 €/mq/anno), mentre nelle aree del Centro, del Sud e delle Isole ad emergere sono le città come Firenze (58 €/mq/anno), Roma (55 €/mq/anno), Napoli (52 €/mq/anno) e Olbia (50 €/mq/anno).

Spostandoci sulla locazione degli immobili usati, invece, il Nord viene trainato dalle location come Milano (50 €/mq/anno), Genova (45 €/mq/anno) e Bologna (44 €/mq/anno), al Centro emergono le città prime come Firenze (52 €/mq/anno) e Roma (50 €/mq/anno), mentre al Sud e nelle Isole evidenziamo le performance di Napoli, Catania e Palermo con 40 €/mq/anno. Con una media nazionale dei canoni di locazione di 40,89 €/mq/anno, le location di Milano e Firenze risultano avere un canone medio superiore alla media di 10,36 €/mq/anno la prima e 11,36 €/mq/anno la seconda, effetto della presenza di un prodotto prime di qualità e di una consolidata domanda.

Per quanto riguarda gli investimenti nell’immobiliare logistico, il primo semestre 2018 risulta dinamico anche nei rendimenti lordi. Oltre alla location di Milano (6-7 per cento), è interessante evidenziare il range dei rendimenti lordi nelle altre aree prime come: Bologna con 6,3-7,2 per cento, Roma con 6,2-7,2 per cento, Verona con 6,4-7,4 per cento, Genova con 6,4-7,2 per cento, Piacenza con 6,3-7,5 per cento e Catania con 6,6-7,6% per cento.

Infine, analizzando il trend delle ricerche, nella maggior parte dei casi (50 per cento), la domanda si orienta su immobili con tagli compresi tra 5.000 mq e 15.000 mq, mentre la durata media delle trattative nella locazione oscilla tra gli 8 e i 12 mesi.

“In questi primi sei mesi del 2018 Il mercato immobiliare logistico italiano si conferma in buona salute. – dichiara Lucia Dattola, Dipartimento di Ricerca di World Capital – Per questo il comparto risulta un’area di investimento di grande appeal per operatori nazionali e internazionali”.

Al link il video di presentazione

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *