UA-128299151-1
Ultime notizie
Home » News » Bonus pubblicità: pubblicato in Gazzetta il regolamento

Bonus pubblicità: pubblicato in Gazzetta il regolamento

Entrerà in vigore l’8 agosto il decreto del Presidente del Consiglio Dei Ministri 16 maggio 2018, n. 90, relativo all’agevolazione fiscale a sostegno degli investimenti pubblicitari su stampa ed emittenti radio-televisive locali

bonus pubblicità

Con la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 24 luglio del decreto del Presidente del Consiglio Dei Ministri 16 maggio 2018, n. 90, vengono stabiliti tempi e modi per accedere al bonus pubblicità, una agevolazione fiscale sotto forma di credito d’imposta – utilizzabile esclusivamente in compensazione- a sostegno degli investimenti pubblicitari incrementali su stampa ed emittenti radio-televisive.

Chi può accedere al bonus?

Imprese, lavoratori autonomi -indipendentemente dalla natura giuridica assunta, dalle dimensioni aziendali e dal regime contabile adottato- ed enti non commerciali possono beneficiare del credito d’imposta per gli investimenti in campagne pubblicitarie effettuati a partire dal 1° gennaio 2018, il cui valore superi di almeno l’1 per cento gli analoghi investimenti effettuati sugli stessi mezzi di informazione nell’anno precedente.

Il credito d’imposta è pari al 75 per cento del valore incrementale degli investimenti effettuati, ma sale al 90 per cento nel caso di microimprese, piccole e medie imprese e nel caso di start-up innovative. La concessione della maggiorazione è subordinata al perfezionamento, con esito positivo, della procedura di notifica alla Commissione europea, in pendenza della quale è concessa la misura ordinaria del 75 per cento.

Investimenti ammissibili  e stanziamenti

Sono idonei al contributo gli investimenti riferiti all’acquisto di spazi pubblicitari e inserzioni commerciali, effettuati esclusivamente su giornali quotidiani e periodici, pubblicati in edizione cartacea o in formato digitale, ed emittenti radio-televisive locali, analogiche o digitali.

Sono escluse le spese sostenute per l’acquisto di spazi per pubblicizzare o promuovere televendite di beni e servizi di qualunque tipologia, inserzioni o spazi promozionali relativi a servizi di pronostici, giochi o scommesse con vincite di denaro, di messaggeria vocale o chat-line con servizi a sovraprezzo.

Per il 2018 sono stati stanziati 62,5 milioni di euro; di questi, 50 sono stati assegnati agli investimenti sulla stampa – suddivisi in una tranche da 20 milioni per gli investimenti effettuati nel secondo semestre del 2017, a cui se ne aggiunge una da 30 per quelli da effettuare nel 2018- e  12,5 sono stati riservati agli investimenti da effettuare nel 2018 sulle emittenti radio-televisive.

Presentazione domande

Per inoltrare le richieste ci saranno 30 giorni di tempo: come indicato nel regolamento, sarà possibile “a decorrere dal sessantesimo giorno ed entro il novantesimo giorno successivo alla data di pubblicazione del decreto nella Gazzetta Ufficiale”. Per gli investimenti incrementali sulla stampa quotidiana e periodica, effettuati dal 24 giugno 2017 al 31 dicembre 2017, le domande devono essere inoltrare in modo separato.

Gazzetta Ufficiale 14 luglio 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *